InstallParty

Da wiki.piffa.net.

Preparazione[modifica]

Se si conta di installare Gnu/Linux in dual boot su un disco che contiene Windows o altro e' consigliabile:

  • Effettuare prima un file system check da Windows
  • Fare un backup di tutti i dati
  • Se si e' capaci: ridurre lo spazio utilizzato da Windows lasciando spazio libero non allocato (almeno ~10GB) per Linux.

Queste operazioni richiedono tempo, e' preferibile che vengano fatte a casa prima dell'installazione vera e propria. I backup sono una responsabilita' del proprietario dei dati: vanno fatti su un supporto diverso da quello principale (vedi voce successiva) e controllati prima di averne bisogno. Se avete dati importanti sul vostro disco avreste dovuto fare un backup di questi a prescindere dall'installazione di un altro sistema operativo.

Supporti di storaggio esterni[modifica]

Si puo' installare tranquillamente sul supporto di storaggio principale togliendo un po' di spazio a Windows, ma se questo non fosse possibile o si preferisse non alterare in alcun modo il disco e relativo software pre esistente si puo' utilizzare un supporto esterno (Nota: in questo caso installare il boot loader sul nuovo supporto). Dimensione: almeno 16GB, considerare che i supporti di dimensioni maggiori (oltre ~64GB) generalmente sono anche piu' veloci degli stessi di tagli inferiori.

L'opzione migliore sarebbe usare un SSD: massima velocita', capacita' di storaggio, stabilita'.

Si puo' usare una penna USB per quanto e' possibile che i filesystem si deteriorino piu' facilmente

Evitare USB2 o schede SD varie per i sistemi operativi.

Partizionamento[modifica]

  • 1 partizione dedicata per /boot di ~150MB (i sistemi UEFI avranno poi una partizione dedicata per questo)
  • 1 partizione di swap se il sistema ha meno di 8GB di RAM, non piu' di 2GB
  • Tutto il resto su LVM: assegnare lo spazio al VG ma inizializzare i LV con la misura minima possibile per poi ingrandirli all'occorrenza (ingrandire e' meno distruttivo che ridurre un FS).

Il boot loader andra' installato sempre nel master boot record del disco principale (es /dev/sda ) se trattasi di un supporto di storaggio con partizionamento / BIOS tradizionale, un sistema UEFI / GPT avra' una partizione dedicata per questo da ~100MB (type: EFI System , fs: vfat)

Se trattasi di supporto tradizionale (non GPT) lasciare Windows su una partizione Primaria, Linux non ha problemi a partire da partizioni logiche, creare quindi una partizione estesa sulla 4' e ultima partizione primaria e su questa le varie partizioni logiche per Linux. Se il sistema e' GPT partizionare a piacere :)

Utilizzare sempre ext4 come tipo di filesytem a parte lo swap che sara' di tipo swap.

Multipli sistemi linux[modifica]

Se si conta di installare varie distro:

  • Installare la principale con una partizione di boot su una partizione standard, la / su LVM
  • Installare le altre distro interamente su LVM, per queste non installare il boot loader ma farlo gestire dalla distro principale.

E' sempre possibile riutilizzare la stessa swap, nel caso gli applicativi siano di versione simili (pensiamo ai file di configurazione / cache) puo' avere successo anche la condivisione della /home .

Layout per un server[modifica]

  • Prima partizione RAID MIRROR per l'intero sistema (~10GB, orientativamente un sistema rodato di 5 anni Debian occupa ~3GB)
  • Seconda partizione swap
  • Terza partizione RAID (tipo a scelta) da gestirsi poi con LVM